TEL. 071/2075383 | info@lagemma.org

Creazione Rete Antiviolenza Territoriale di Ancona

Creazione Rete Antiviolenza Territoriale di Ancona

Accordo di cooperazione per la creazione della rete antiviolenza territoriale di Ancona”.

Mercoledì 8 giugno 2016, presso la sede del palazzo del Governo di Ancona, la Presidente della Cooperativa Sociale La Gemma, Orietta Zitti, ha siglato l’Accordo di cooperazione per la creazione della rete antiviolenza territoriale di Ancona. Alla firma erano presenti il prefetto Antonio D’Acunto e gli esponenti di altri Enti, pubblici e del privato sociale; i firmatari hanno voluto sottoscrivere questa intesa al fine di arginare gli episodi di violenza nei confronti di donne e minori, creando una rete territoriale in grado di affinare le procedure e gli strumenti messi a disposizione dalle attuali leggi per il contrasto della violenza di genere, attraverso azioni realizzate in sinergia tra Enti istituzionali ed organizzazioni del privato sociale.
L’accordo, sottoscritto attualmente da 13 Enti ed Associazioni, avrà una validità di tre anni e potrà essere implementato con l’adesione di altri enti o organismi interessati.
Il fenomeno della violenza alle donne ed ai minori è un fenomeno che riguarda tutti ed  in particolar modo gli Enti Pubblici che istituzionalmente sono adibiti alla prevenzione ed al contrasto di tutti i fenomeni violenti e le Associazioni del privato sociale che da statuto si prefiggono tale scopo. Proprio per questo La Gemma ha da sempre realizzato  azioni ed eventi volti alla sensibilizzazione e alla diffusione della cultura di genere sul tema della violenza contro le donne, collaborando, come in questo caso, con altre istituzioni.
La Gemma da oltre quindici anni, infatti,  tutela i diritti delle persone, in particolare delle donne, e pone in essere azioni volte a contrastare la violenza di genere in quanto violazione dei diritti umani ed impedimento alla cittadinanza inteso come ostacolo allo sviluppo delle donne, dei bambini, delle bambine del loro benessere psicofisico e alla partecipazione alla vita della comunità.